Chiedimi un’inchiesta

COS’È

Alcuni lo chiamano citizen journalism, altri grassroot journalism, altri ancora giornalismo partecipativo. Nomi diversi per intendere una nuova forma di fare informazione, lontana da pressioni e censure editoriali: i cittadini/lettori propongono e sovvenzionano la realizzazione di un’inchiesta. Dove non arrivano i quotidiani e le televisioni nazionali, dunque, arrivano i loro lettori/telespettatori.

COME FUNZIONA

Il sistema è semplice. Prima di iniziare a lavorare su un determinato caso, si pianificano le spese, preventivando costi, tempi e strumenti a disposizione. Dopodiché si parte. È possibile realizzare inchieste scritte oppure – a seconda delle esigenze – servizi video

PERCHÈ?

A differenza del citizen journalism in senso stretto, questo tipo di inchiesta si avvale anche degli strumenti, dei contatti e dell’esperienza propri di chi lavora nel giornalismo, garantendo un livello di approfondimento capace di andare oltre la semplice ricerca di informazioni.

IL PRIMO PASSO

Ogni richiesta va inviata all’indirizzo di posta eftorsello(at)gmail.com, indicando nome, cognome, un contatto telefonico e proponendo un tema su cui lavorare. Vi risponderò il prima possibile.

commenti
  1. petrus romanus scrive:

    SULLA MORTE DI PAPA LUCIANI
    SI è MAI FATTA UAN SERIA INCHIESTA GIORNALISTICA?
    IL MEMORIALE CALCARA PORTA ELEMNTI NUOVI SULLA MORTE DI LUCIANI E SULL’ATTENTATO AL PAPA DEL 1981

  2. tizio scrive:

    dovreste parlare anche delle cooperative agricole e tutti i loro imbrogli e lo sfruttamento
    e’ un vero schifo

  3. Roberto Castaldini scrive:

    Ciao a tutti e che sia una buona giornata per la verità.
    Faccio alcune mie supposizioni su “Gli ultimi misteri di Moro”:
    1° Aldo Moro ha trascorso gli ultimi giorni della sua prigionia su una imbarcazione in alto mare e questo può giustificare la sua abbronzatura; chi terrebbe un rapito così importante all’aperto per tanto tempo e libero di potersi sgranchire i muscoli in passegiate più o meno lunghe?
    2° Le tracce di elementi di rimessaggio barche può far supporre che lui sia salito su una barca per accedere a una nave e questo giustificherebbe anche l’acqua di mare trovata addirittura nel colletto della camicia (spruzzi o mano a contatto con l’acqua e eventuale deliberato indizio di un uomo intelligente come Moro).
    3° Moro è stato interrogato su una imbarcazione straniera ed è consapevole che questa è la sua condanna di morte perchè lui sa chi ha organizzato tutto.
    4° Sapeva che l’avrebbero sbarcato vivo e poi lo avrebbero ucciso e lo si capisce in un passaggio di una sua lettera che cito a memoria: “hanno il pieno e completo dominio di me” .
    Chiedo a chi ha gli strumenti di verifica di ricercare chi era davanti al litorale di Focene-Ostia nel periodo del sequestro Moro con imbarcazioni civili o militari di qualsiasi paese (il Dominus)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...