Protezione civile, entro un anno il bando per far volare i Canadair

Pubblicato: dicembre 4, 2010 in Economia
Tag:, , , , , , , ,

Affidamento diretto del servizio, in attesa, entro un anno, del bando di gara europeo. Sono queste le tappe previste per ripristinare in tempi “brevi” l’operatività dei venti Canadair CL-415 antincendio della Protezione civile nazionale, di stanza a Ciampino e dei relativi equipaggi. Il fallimento delle società Sorem e San di Giuseppe Spadaccini (arrestato per frode fiscale il 21 ottobre scorso), che gestivano piloti e manutenzione, ha lasciato a casa circa 300 dipendenti, tra personale di volo e di terra e ha portato alla revoca preventiva del contratto di appalto da 50 milioni all’anno da parte della Protezione civile.
Senza stipendio da settembre, i piloti hanno però continuato ad assicurare il servizio fino all’inizio di ottobre quando, a causa dei mancati pagamenti delle assicurazioni del personale e delle rate alla società che forniva i pezzi di ricambio per la manutenzione, è stata interrotta ogni attività. In attesa di tempi migliori, 400 milioni in aerei restano oggi parcheggiati in un hangar.
«I Canadair – spiega il comandante Massimo Lucioli, del sindacato Ugl trasporti – costituiscono lo scheletro dell’antincendio nazionale. La situazione è paradossale se si pensa che i nostri equipaggi, costituiti da 40 comandanti tra piloti civili, provenienti dall’aeronautica militare e dalle Frecce Tricolori, hanno spento incendi in tutto il bacino del Mediterraneo e recentemente anche in Russia, dove il ministero dell’Ambiente ci ha decorati con una medaglia che rappresenta un riconoscimento per l’Italia».
Dal Dipartimento della Protezione civile, però, fanno sapere che la situazione potrebbe sbloccarsi già nelle prossime settimane quando sono attese le prime manifestazioni di interesse per l’avviso di affidamento diretto del servizio, pubblicato sulla Gazzetta ufficiale nei giorni scorsi.
«I requisiti – spiega una fonte al Dipartimento della Protezione civile – sono gli stessi che aveva la Sorem per la gestione della flotta aerea mentre la fornitura di pezzi di ricambio sarà assicurata dalla Protezione civile, al fine di agevolare eventuali acquirenti. Il servizio – proseguono – sarà affidato a terzi per un anno, in modo da poter bandire successivamente una gara comunitaria con tempi in linea con il codice degli appalti».
L’avviso di affidamento, però, non prevede alcuna clausola sociale che obbligherebbe la società affidataria ad assumere in blocco il personale prima dipendente di Sorem e San. Chi si aggiudicherà il servizio, spiegano dal Dipartimento, «dovrà fornire personale abilitato nella gestione e nella manutenzione della flotta Canadair».
«I requisiti specifici richiesti dall’avviso – risponde Lucioli – sono stringenti e prevedono una competenza tale che la scelta dovrà essere necessariamente indirizzata sui dipendenti attualmente in servizio. La decisione di non inserire la clausola sociale, però, non ci mette a riparo da eventuali licenziamenti da parte della società che subentrerà. Il rischio è che venga assunta solo una parte degli addetti e altri invece siano lasciati a casa».
Sul fronte della gestione di eventuali emergenze, infine, dalla Protezione civile fanno sapere di aver messo in campo «risorse alternative e mezzi delle forze armate e della Forestale che assicurano in questo periodo la copertura a livello nazionale».

EF

Pubblicato sul Sole 24 Ore “Roma” del 01.12.2010

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...