Uova studenti e gelmini. Rilettura satirica di una follia moderna

Pubblicato: dicembre 1, 2010 in Società
Tag:, , , , , ,

Scritto da Antonio Calissi

Cos’é successo lo avete letto e visto altrove. Quel che mi chiedo é:

Cos’abbiamo insegnato a queste nuove generazioni?
Protestano, si; scendono in piazza, non più in piazzetta a tirar due rigori; hanno la Kefia, per la gioia del mercato tessile cinese, dato che l’ultimo palestinese che le produce (una l’anno, se ci riesce) le usa per tamponare ferite di nipotini che non riescono a fare più manco due tiri al pallone, che l’unico muro ancora in piedi è brutto, scuro, elettrificato & ben sorvegliato.
Ma gli mancano le basi.
Si recano al Senato per protestare contro qualche legge del taglione di qualche pseudoministro, armati di biouova prodotte rigorosamente da allevamento a terra ma deposte in gabbie d’alluminio, protetti da scudi in gommapiuma raffiguranti libercoli (Che Fare di Lenin, Tropico del Cancro di Miller, Satyricon di Luttazzi, etc…) ormai al bando poiché troppo libertini, fuorvianti o carenti di vampiri innamorati. Bravi bella iniziativa. Lodevole.
Dopo aver inspiegabilmente eluso l’imponente sorveglianza (tre celerini di 95Kg +20 di corazza +3 punti energia +2 punti difesa contro arceri & maghi, per ogni studente di 54Kg -5 punti esperienza +2 punti iniziativa) sferrano un feroce attacco contro una finestra…
Le basi:
– vetreria, lanciare contro vetrate
– Senato, lanciare contro Senatori (o presunti tali)
Che poi, uovo su vetro viene via con un panno umido; su Senatore vestito Armaniosimilipagatodanoi, anche a secco lascia comunque qualche alone. Così vanificate anni di proteste studentesche, di mobilitazioni di piazza, di lezioni di guerrilla di Ernesto Guevara, di “bigiate” a casa di Cosocheisuoinoncisonomai, che noi di mezza generazione avanti abbiamo appreso per osmosi dagli autonomisti avanti a noi nei cortei. Più manifestazioni creano migliori proteste, migliori studenti, migliori futuri capipopolo, più resistenti alle ingiustizie, all’omertà, alle manganellate, al gas lacrimogeno, ai proiettiliad altezza d’uomo, al TG4.
Manifestare cosìperchécivannotuttiediocheso’piùscemo? porta solo a farsi additare come “i soliti facinorosi strumentalizzati da quelli di quell’altro partito là che non vice mai”.

Dall’audio di un videofoninoamotore:
Studente: meno Culi, più Cultura (lancio di uovo)
Celerino: (schiva, manganella scudo)
Studente: (a terra, vicino a rettangolo di gommapiuma con scritto Moby Dick, Miller): se il suo petto fosse stato un cannone, gli avrebbe sparato contro il suo cuore…
Celerino: (sopra di lui, manganello alzato): e se mi nonno avesse avuto le rote sarebbe stato un caretto…
Colpo sordo.

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...