La paura bipartisan: quando a mettere il bavaglio all’informazione era la sinistra

Pubblicato: giugno 12, 2010 in Politica
Tag:, , , , , ,

Il loro programma, al capitolo 4, sotto il titolo “Giustizia”, recita: «Il divieto assoluto di pubblicazione di tutta la documentazione relativa alle intercettazioni serve a tutelare i diritti fondamentali del cittadino. È necessario ridurre drasticamente il numero dei centri di ascolto e determinare sanzioni penali e amministrative molto più severe delle attuali». Una brochure del Pdl? No. Si tratta del programma attuale di governo del Partito Democratico: se avessero vinto le elezioni avrebbero messo anche loro il bavaglio all’informazione.

Facciamo un po’ di storia. Ricordate il ddl Mastella sulle intercettazioni? Venne approvato alla Camera con 447 sì, sette astenuti e nessun voto contrario. Poi il governo Prodi cadde e non se ne fece più nulla. Anche in quel caso venne sbandierato lo spauracchio della privacy e il disegno di legge era, per certi aspetti, anche peggiore del ddl silviesco. Alle intercettazioni, infatti, veniva dato un tetto massimo (non prorogabile) di 90 giorni, i centri d’ascolto dovevano passare da 163 a 26 (uno per ogni distretto di corte d’Appello). Ovviamente era l’epoca dello scandalo Unipol e delle telefonate Fassino-D’Alema-Consorte. Ma non è tutto. Secondo quanto previsto dal ddl Mastella e appoggiato dal Partito democratico – lo stesso che adesso grida al golpe – non si potevano pubblicare le intercettazioni, in modo anche parziale o riassunto, almeno fino all’inizio del processo (norma comunque già prevista dal codice di procedura penale). Stessa sorte per le ordinanze di custodia cautelare contenenti stralci di telefonate. Per i giornalisti che avessero pubblicato contenuti vietati, invece, era previsto il carcere fino a 30 giorni o un’ammenda da 10 a 100mila euro. Da sei mesi a quattro anni di carcere, invece, per quei cronisti che avessero messo in pagina informazioni ricevute in modo illecito. In quell’occasione il presidente della Commissione Giustizia, Pino Pisicchio (oggi passato con la neonata Alleanza per l’Italia di Rutelli), disse: «i cittadini da oggi saranno più tutelati».

E vi ricordate il tentativo – mai portato a termine – di limitare i blog? Anche lì la proposta venne dalla sinistra: era la legge Levi-Prodi che prevedeva l’iscrizione dei blog al registro Roc. In quell’occasione Beppe Grillo ebbe a dire: «il 99% dei blog chiuderebbe. Il fortunato 1% della Rete rimasto in vita, per la legge Levi-Prodi, risponderebbe in caso di reato di omesso controllo su contenuti diffamatori ai sensi degli articoli 57 e 57 bis del codice penale. In pratica galera quasi sicura». Eppure, adesso il Pd grida al golpe ecceteraeccetera.

Questo articolo – è bene sottolinearlo – non è a favore della legge-Bavaglio appena votata dal Senato. L’intento è di dimostrare come sia dall’una che dall’altra parte la politica – a vario titolo e con diverse sfumature – si senta casta e tema l’informazione libera.

EF

Add to FacebookAdd to NewsvineAdd to DiggAdd to Del.icio.usAdd to StumbleuponAdd to RedditAdd to BlinklistAdd to TwitterAdd to TechnoratiAdd to Furl

commenti
  1. bianca scrive:

    Che brutta cosa la politica quella poco seria e responsabile che non salvaguardia i diritti dei cittadini e vieta la libertà da ambo le parti. Il solito schifio..

  2. […] la responsabilità sarà in capo non più ai direttori ma agli editori». E sul fatto che al punto 4 del programma di governo del Partito democratico ci sia il proposito di limitare le intercettazioni commenta: «c’erano in campo molte proposte, […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...