Libertà di stampa. I giornalisti europei contro Berlusconi

Pubblicato: settembre 1, 2009 in Politica
Tag:, , ,

Siamo il Paese degli amici di Israele ma anche degli omofobici di Governo, pronti a gettare discredito sul direttore di Avvenire, additandolo come omosessuale perché colpevole di aver attaccato il Governo. Stringiamo la mano a Gheddafi e sigliamo accordi con Putin ma ci professiamo amici dell’America e facciamo finta di ignorare il progetto del gasdotto Nabucco a favore del sovietico South Stream. Ecco cos’è l’Italia di Silvio Berlusconi, un Paese con un piede in due scarpe, senza un minimo di pudore o di credibilità estera, sull’orlo del baratro. Ma veniamo all’informazione…

Ieri la Federazione dei Giornalisti europei (Efj), che fa parte della Federazione Internazionale (Ifj), ha condannato ”le vendetta mediatica” del presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, riferendosi alla querela a ‘Repubblica’ e al francese ‘Nouvel Observateur’ e ”all’attacco” ad ‘Avvenire’.
Il segretario dei giornalisti europei, Aidan White, ha dichiarato che Berlusconi ”sta mettendo a rischio la libertà di informazione cercando di usare la legge per intimidire i giornalisti e soffocando i reportage giornalistici”. Parole dure come pietre. Ma non è tutto.

La Federazione, infatti, ha sottolineato che Berlusconi ha querelato la Repubblica ”semplicemente per avergli fatto pubblicamente dieci domande”. ”Al tempo stesso il Giornale, di proprieta’ della famiglia Berlusconi, sta attaccando il quotidiano cattolico Avvenire. Inoltre Berlusconi sta querelando il settimanale francese Le Nouvel Observateur e ci sono notizie secondo le quali i suoi avvocati stanno verificando la possibilita’ di citare i giornali britannici, inclusi quelli di proprieta’ del suo ex amico Rupert Murdoch”. ”L’Efj – si legge nel comunicato – ritiene che l’attacco di Berlusconi contro la stampa sul suo comportamento personale sia inaccettabile in Italia e altrove. L’attacco ad Avvenire, un rispettabile giornale della Chiesa, ha aumentato l’indignazione pubblica sulle sue azioni”. White ha sottolineato poi che l’Efj appoggia la Fnsi ”nella sua richiesta che Berlusconi e i suoi alleati politici rispettino i media indipendenti e liberi in Italia”, si legge nel documento che cita il segretario della Fnsi Franco Siddi, secondo il quale ”la denuncia alla Repubblica e l’attacco ad Avvenire sono la prova di una spettacolare intimidazione dei media e dei giornalisti che fanno domande, esprimono opinioni e perfino discutono dell’influenza della vita privata di Berlusconi sulla politica”.

E mentre scrivo un servizio assai discutibile del Tg1 dice: “Critiche all’Italia vengono ancora una volta da Laura Boldrini”, rappresentante per l’Italia dell’Alto Commissario per i diritti umani delle Nazioni Unite. Come dire: l’Onu è solo una fastidiosa spina nel fianco, così come lo è qualsiasi voce discorde dall’allineamento governativo. Sono sfumature, ma nell’orecchio della casalinga che prepara la cena davanti alla televisione e non si interroga troppo su cosa sia giusto e cosa sbagliato della politica italiana, resta quell’ ”ancora” riferito alla Boldrini, che denota un sassolino nella scarpa assai fastidioso. Nessuno, davanti a un servizio simile, è portato a pensare: “menomale che c’è la Boldrini che difende i diritti di questi disperati”. Lo spettatore avverte dalla frase un certo fastidio e la pesante ridondanza di una critica. Sono sfumature ma messe insieme creano una notizia e quindi fanno opinione pubblica.

In Italia, purtroppo, gran parte del Paese è addormentato dalle chiacchiere di questo Governo doubleface e dal silenzio di un’opposizione assente. Un’altra parte non crede più nel valore alto della politica. Un’altra parte ancora vota per il meno peggio e – dicono in molti – ”Berlusconi per lo meno le cose le fa”. Buon sonno italiani.

EF

FIRMA L’APPELLO DI REPUBBLICA PER LA LIBERTA’ DI STAMPA

***

DIVENTA FAN E SEGUI EF’S BLOG SU FACEBOOK

commenti
  1. emboroma scrive:

    EF ottimo pezzo,
    Ti pregerei però di evitare, in seguito, di prendere una donna, “la casalinga” come parametro di ingenua scempiaggine e incapacità di discernimento.
    Suggerirei di usare una categoria al maschile perchè gli elettori di B appartengono, nella loro scempiaggine ad entrambi i sessi
    Se altri usano questa terminologia sessita non si capisce perchè lo debba fare anche tu; il concetto può essere illustrato benissimo n modo diverso e ugualmente sintetico
    La penna in mano la sai tenere bene, quindi le risorse non ti mancano🙂
    con stima e affetto
    E.

  2. […] Libertà di stampa. I giornalisti europei contro Berlusconi Siamo il Paese degli amici di Israele ma anche degli omofobici di Governo, pronti a gettare discredito sul direttore di Avvenire, additandolo come omosessuale perché colpevole di aver attaccato il Governo. blog: EF’s Blog | leggi l'articolo […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...