Cecenia: rapita e uccisa un’altra giornalista russa

Pubblicato: luglio 16, 2009 in Politica
Tag:, , ,

Rapita e uccisa con un colpo di pistola al petto e uno alla testa, la stessa sorte toccata a decine di ceceni prelevati in modo coatto dalle temibili Ziguli dei servizi segreti e poi spariti chissà dove. Così è morta l’attivista per i diritti umani e giornalista Natalia Estamirova, 50 anni, collaboratrice della Ong russa “Memorial”.

Natalia è stata sequestrata mentre usciva dalla sua casa di Grozny ed è stata ritrovata cadavere nella vicina Repubblica dell’Inguscetia.
Ramdan Kadyrov, l’uomo forte – per alcuni un fantoccio – messo da Putin alla guida della Cecenia, ha fatto sapere oggi che gli assassini della Estamirova “non meritano pietà e non basta nemmeno la condanna all’ergastolo” per un gesto così “inumano”. Ed è lo stesso Kadyrov di cui la Estamirova denunciava gli abusi. Indagini annunciate anche da Medvedev, ma nessuno ha sottolineato che ad indagare potrebbe essere un uomo di Putin.

Da quando il Cremlino ha sospeso la legge antiterrorismo, tra gennaio e aprile, in Cecenia sono sparite 34 persone: 27 rilasciate, due uccise, due tutt’ora irreperibili e tre in cella. Mentre in tutto il 2008 sono stati contati 42 rapimenti. La tara con quanto sta accadendo in questi mesi è subito fatta.

Laureata in storia a Grozny, la Estamirova aveva iniziato a collaborare con la Novaja Gazeta durante la seconda guerra cecena ed era divenuta buona amica di Anna Politkovskaja, trucidata da ignoti a Mosca nell’ottobre del 2006. Entrambe avevano fortemente criticato il regime di Ramzan Kadyrov, testimoniando in fotografie ed articoli l’atrocità delle torture messe in atto dai suoi uomini.

In occasione del premio intitolato ad Anna Politkovskaja che venne conferito in Gran Bretagna proprio alla Estamirova, infine, il giornalista ceceno, Timur Musaiev, ebbe a dire “La Cecenia è parte dell’Europa, non potete dimenticarci”. Un monito che, a tutt’oggi, l’Unione sembra ignorare.

EF

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...