Esplosione in una palazzina, tragedia a Roma – Galleria di immagini

Pubblicato: maggio 10, 2009 in Politica
Tag:, , ,

 

 

La palazzina interessata dall'esplosione, in via C. Maestrini a Roma (foto: E.F.Torsello)

La palazzina interessata dall'esplosione, in via C. Maestrini a Roma (foto: E.F.Torsello)

 

Il primo piano del condominio di via Carmelo Maestrini, al civico 373, nel quartiere romano di Mostacciano, non esiste più. Alle 6,40 di questa mattina un’esplosione ne ha polverizzato le mura, coinvolgendo almeno altri 14 appartamenti e diversi negozi circostanti. Per ora il bilancio è di due morti e tre feriti. Le vittime sono due donne, una ragazza di 27 anni e una signora di 59.

Fuga di gas o tentato suicidio, sono queste le due ipotesi al vaglio degli inquirenti e dei Vigili del Fuoco. «Le mura di quattro appartamenti non esistono più – spiega al Periscopio Gioacchino Giomi, Comandante provinciale dei Vigili del Fuoco di Roma – ma per capire l’origine dell’esplosione, sarà necessario studiare il tubo della macchina del gas al microscopio». Poco distante l’involucro bianco di un mobile da cucina viene assicurato con diverse cinghie su un carro attrezzi e portato in laboratorio. «Per ora comunque non siamo in grado di affermare con certezza cosa sia successo, di sicuro si è trattato di una fuga di gas. L’importante – conclude – in questo momento è mettere in sicurezza l’intera struttura e i nostri tecnici sono già a lavoro».

Eppure le prime ipotesi già circolano tra gli inquilini dei palazzi circostanti. «Una delle persone che abitavano nel palazzo era vedova e aveva da poco perso un figlio», racconta una donna che abita in uno dei palazzi adiacenti. E la stessa versione viene ripetuta poco distante, al bar: «Qui ci si conosce tutti, se si fosse trattato di un tentato suicidio sarebbe pazzesco». E la donna in questione si trova attualmente ricoverata in gravissime condizioni all’ospedale Sant’Eugenio.

E lo sgomento richiama immagini già viste: «Sembra di stare all’Aquila», racconta Stefano, impiegato del negozio di elettrodomestici di fronte alla palazzina da dove è partita l’esplosione. «Pochi giorni fa sono andato nel capoluogo abruzzese per rimontare un’antenna – continua – ma la scena qui è la stessa. Ogni giorno, insieme ai miei colleghi, trascorrevamo la pausa pranzo proprio all’ombra di quel palazzo. Se fosse accaduto di mattina – conclude – sarebbe stata una strage con molte più vittime». E alzando lo sguardo oltre le transenne, lo scenario è agghiacciante: il mobilio dell’appartamento al primo piano è ridotto a poltiglia. In bilico, oltre la trave del pavimento, un divano giallo e una vasca da bagno, mentre poco più in là un termosifone pende pericolosamente nel vuoto. Sulla strada un tappeto di macerie, infissi e mobili accartocciati.

L’assessore alle politiche abitative del Comune di Roma, Sveva Belviso, ex-consigliere municipale proprio al XII Municipio, giunta sul posto ha fatto sapere che i 28 sfollati del condominio interessato dall’esplosione sono già stati sistemati in una struttura alberghiera messa a disposizione dalla Protezione Civile.

GALLERIA DI IMMAGINI

EF

commenti
  1. isabel scrive:

    ma ke cosa diteee!!!! casa mia é tra le macerie!😥 la ragazza morta di 27 anni era una mia amika…😦 e soprattutto ma ke vi inventate! nn é vero l’altra morta aveva 30 anni…:'( publicitá del cavolo ma stateve zitti solo pe i soldi la fate…nn ve ne frega nnt in realtá…-.-“

    • eftorsello scrive:

      A parte che soldi e pubblicità non c’entrano. Questo articolo è stato scritto poche ore dopo i fatti e queste erano le notizie che erano state date dalle autorità Gli errori sono sempre possibili e i soldi, credimi, non riguardano le notizie. Se poi conoscessi lo stipendio da fame che prende un collaboratore, forse ti ricredersti di quanto hai scritto…
      Emilio

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...