Il terremoto e la mistificazione

Pubblicato: aprile 19, 2009 in Politica
Tag:, , , , , , , , , ,

Berlusconi, trattando la questione del terremoto in Abruzzo, ha fatto chiaramente capire che le inchieste in Italia danno fastidio. Un po’ come la magistratura, le intercettazioni e il quasi dimenticato senso di giustizia. Il procuratore generale dell’Aquila gli ha risposto per le rime. E ha fatto bene. Purtroppo però non ricordo di aver sentito altre sollevazioni di popolo davanti a frasi che esaltano la ricostruzione e minimizzano le inchieste a rumors fastidiosi. Il tutto rientra in un preciso progetto mediatico secondo cui bisogna guardare ai fatti concreti e andare avanti, ubriacando l’uditorio con la malsana idea che ciò che c’era prima e ciò che è avvenuto non è prioritario rispetto alla ricostruzione. Andatelo a raccontare a chi ha perso la casa o ha avuto morti nei crolli. Fosse accaduto a me, vorrei sapere chi mi ha troncato di netto il futuro e gli affetti.

Ma l’Italia guarda avanti, perché è più comodo scansare i problemi invece di affrontarli (ma alla fine i nodi vengono al pettine e l’Abruzzo ne è un clamoroso esempio). Se questa legittimazione viene addirittura dal Governo, allora tutti gli italiani si sentiranno in “potere” di considerare le inchieste come un fastidio, l’impunità come un’occasione.

EF

commenti
  1. V3N0M scrive:

    se fosse accaduto a me avrei spaccato di netto la tempia del silvio con una spranga appena lo avvistavo fra le macerie. garantito al 100%.e che nessuno mi accusi di essere violento..solo un atto dovuto.

  2. V3N0M scrive:

    infatti ci sono altri mezzi ma quando ho perso la casa e i miei cari ti assicuro che NON ci sono più.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...