Panico a Roma per il terremoto, una testimonianza

Pubblicato: aprile 6, 2009 in Politica
Tag:, , ,

“Quando ci siamo svegliate tremava tutto, i cassetti si aprivano e dagli scaffali sono caduti anche alcuni oggetti. Ci siamo subito precipitate in strada e con noi vedevamo scendere molta gente spaventata. Alla fine eravamo oltre 400 persone”. E’ drammatico il racconto di una ragazza che abita nel quartiere San Paolo a Roma, una delle tante studentesse in affitto nelle case costruite oltre cinquant’anni fa per ospitare  i dipendenti tipografi dello Stato, in via Alessandro Severo, e che stanotte è stata svegliata dal terremoto con epicentro a 85 chilometri a nord di Roma. Edifici vecchi, quelli nella parte alta del quartiere San Paolo, dove da mesi si stanno eseguendo lavori di puntellamento delle fondamenta e che stanotte hanno oscillato come pericolosi fuscelli. “Quando siamo scesi in strada – continua la ragazza – qualcuno deve aver chiamato i Vigili del Fuoco, sono arrivati quasi subito. Dopo poco è arrivata anche l’Italgas perché in giro si sentiva un forte odore di gas e tutti temevamo esplosioni. Quello che ci preoccupa – conclude – è la struttura del palazzo, qui vengono giù pezzi di intonaco ed è tutto fradicio”.

E nei racconti delle persone ferme, in attesa fuori dal portone, si scopre una  verità inquietante: “Questi palazzi dovevano essere abbattuti tanti anni fa ma qualche condomino non ha voluto e quindi adesso si cerca di salvare il salvabile puntellando e rinforzando le fondamenta. C’è andata bene, altrimenti sarebbe stata una strage”. E gli edifici pericolanti a Roma non si contano, case spesso vecchie risalenti a prima della guerra che stanotte, probabilmente, si sono salvate solo grazie alla distanza di un sisma tra i più devastanti degli ultimi anni.

EF

commenti
  1. […] Guarda l’originale qui: Panico a Roma per il terremoto, una testimonianza […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...