In 600 sbarcano in Sicilia. Ecco quanto vale il business dell’immigrazione clandestina

Pubblicato: marzo 30, 2009 in Politica
Tag:, , , , , , , , , ,

Lampedusa pullula di forze dell’ordine ma mancano i medici. E lo si è visto ieri quando una motovedetta ha soccorso circa 250 migranti, ridotti in condizioni critiche dalla traversata. “C’era una donna con la flebo attaccata al braccio che era stata lasciata per strada in attesa di un trasferimento”, ha dichiarato il sindaco dell’isola, Dino De Rubeis, mentre il questore di Agrigento, Girolamo Di Fazio, ha precisato che sono scattati “soccorsi immediati”.

I migranti arrivati a Lampedusa “sono stati soccorsi sulla banchina del porto dai medici della Croce Rossa italiana e dalle ambulanze. A tutti – ha aggiunto Di Fazio – sono state prestate le cure necessarie, in particolare chi, stremato dal viaggio, si è accasciato a terra, è stato soccorso e trasportato in ambulanza al pronto soccorso”. Da Lampedusa, spiega ancora il questore, ieri “sono stati trasferiti 100 immigrati con un volo aereo, e alcuni di loro saranno subito rimpatriati, mentre gli altri 122, tra cui alcune donne, saranno trasferiti domani in nave verso la Sicilia e da qui in altri centri”. La domanda adesso è quale sarà il futuro dell’isola: si tornerà al modello Cspa (Centro di Soccorso e Prima Accoglienza) o si continuerà ad operare nell’ambito di un Cie (Centro di Identificazione ed Espulsione), che non permette trasferimenti? Ad oggi sembrerebbe farsi strada la prima ipotesi. Si sta dimostrando intanto una mancanza pesante quella del posto di Primo Soccorso presso il porto, prima gestito da Medici Senza Frontiere: “E’ necessario ripristinare a Lampedusa un servizio medico di pronto intervento – ha dichiarato il sindaco di Lampedusa – da utilizzare per i migranti che sbarcano come quello di Medici senza Frontiere cui non è stata rinnovata la convenzione”. Dal Viminale la risposta secca: “Sono falsità”.

Altre 250 persone, invece, sono state soccorse a largo di Portopalo e 165 sono arrivate su un barcone nel ragusano.

Calcolatrice alla mano, infine, dal solo viaggio di ieri verso Lampedusa, i trafficanti hanno guadagnato almeno 485mila euro. Considerando che un’imbarcazione per la traversata può costare fino a un massimo di 15mila euro e calcolando una soglia media di spesa per il viaggio di duemila euro per ciascun migrante, è subito evidente il guadagno delle organizzazioni criminali che gestiscono partenze e arrivi. Maroni ha annunciato che a maggio inizieranno i pattugliamenti italo-libici lungo il tratto di mare che divide Lampedusa dal Paese di Gheddafi, ci si chiede però se il leader libico avrà davvero la forza – in onore al patto siglato con Berlusconi – di stroncare un buniess milionario.
EF

commenti
  1. […] Leggi l’originale:  In 600 sbarcano in Sicilia. Ecco quanto vale il business dell’immigrazione clandestina […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...