Genchi sospeso dal servizio in Polizia. Il bluff dell’archivio e la mancata inchiesta

Pubblicato: marzo 28, 2009 in Politica
Tag:, , , , ,

Pochi ne hanno dato notizia ma Gioacchino Genchi è stato sospeso dal servizio attivo nella Polizia di Stato. Per l’inchiesta che lo riguarda? No. Stando a quanto riportano le agenzie, Genchi è stato sospeso per aver ribattuto a un giornalista di Panorama attraverso la sua pagina Facebook, contravvenendo alle disoposizioni di non rilasciare dichiarazioni. Ritirati distintivo, manette e pistola. Ma non è tutto. Anzi, forse questa è soltanto la minore delle sventure che sta colpendo l’ex consulente di Luigi De Magistris. Stando a quanto scrive il sito Antimafia2000, infatti, durante le ultime perquisizioni effettuale negli uffici e nell’appartamento di Gioacchino Genchi, i carabinieri dei Ros avrebbero sequestrato tutti i dati delle indagini giudiziarie a cui l’ex vicequestore ha partecipato. Da quelle relative al fallito attentato dell’Addaura ai danni di Giovanni Falcone (1989), fino ai più recenti incarichi per gravi omicidi di mafia e fatti che coinvolgevano anche i magistrati della procura di Roma. Gli stessi che hanno ordinato il sequestro di cui parliamo. Ci sarebbe però ben poco relativo all’inchiesta Why Not. Ma un’altra ancora è la notizia taciuta da diversi organi di stampa: quei 13 milioni di dati del fantomatico dossier Genchi, non sarebbero altro in realtà che cd rom contenenti diversi elenchi telefonici risalenti agli anni Novanta. Una bufala mediatica mai sanata da alcuna rettifica. Ma c’è dell’altro. Pochissimi, infatti, hanno fatto notare che, ai fini delle indagini, tutti gli elementi sui presunti archivi di Genchi sono “informazioni riservate” e facenti parte di un’inchiesta. Si tratterebbe quindi di una fuga di notizie – bollata ad esempio dall’Agi con l’innocente perifrasi “a quanto risulta dagli ambienti investigativi” – per cui qualcuno dovrebbe essere condannato. E invece il silenzio. Si continua a non fare i nomi e i cognomi di quanti sono indagati nell’inchiesta Why Not – caduta nel dimenticatoio – e si continua a parlare di Genchi senza raccontare correttamente quale sia stata la sua attività al servizio delle procure e, più di recente, di Luigi De Magistris.

Chiudo con l’ultima gasparrata a proposito di Genchi: “Il provvedimento disciplinare del dipartimento della pubblica sicurezza a carico di Gioacchino Genchi, finalmente sospeso dal servizio, ci auguriamo sia solo una delle prime misure prese nei confronti di una persona pericolosa. La sua azione è stata devastante. Ha accumulato, mentre era dirigente della polizia, milioni e milioni di dati illegalmente. Protetto e strapagato con i soldi dello Stato per un’azione scandalosa ai danni dei servizi di sicurezza e delle forze di polizia”. Non aggiungo altro. Si commenta da sola.

EF

Add to FacebookAdd to DiggAdd to Del.icio.usAdd to StumbleuponAdd to RedditAdd to BlinklistAdd to TwitterAdd to TechnoratiAdd to FurlAdd to Newsvine

commenti
  1. lorenzo pellegrini scrive:

    Caro Emilio, questa me l’ero persa. Sembra tutto incredibile.
    Relativamente ai presunti archivi segreti, pensavo stamattina a ciò che ho detto e ripetuto varie volte, anche qui da te: se davvero esistessero, Genchi sarebbe stato così ingenuo da tenerli nel primo e più ovvio posto dove i ros li avrebbero cercati? Mi sa tanto di montatura, perchè la cosa è troppo inverosimile. Ma il punto è proprio questo, gasparri e altri raccontano, e molta gente ci crede. Come diceva Travaglio qualche giorno fa, è anche possibile che accuseranno Genchi di qualsiasi cosa, anche di essere il violentatore di Roma.

  2. […] Guarda l’originale qui:  Genchi sospeso dal servizio in Polizia. Il bluff dell’archivio e la mancata inchiesta […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...