C’era una volta il Piddì

Pubblicato: dicembre 18, 2008 in Politica
Tag:, , , , , , , , ,

Che fine ha fatto il Partito democratico? Se lo staranno chiedendo in molti in queste ore, soprattutto dopo i recenti scandali. Una collana di indagati che sta facendo apparire il Pd come il locus corrutionis della politica Italiana. Nell’ordine: Firenze, Pescara, la Basilicata e, dulcis in fundo, Napoli. Ma l’ultima vicenda (Napoli) era quantomeno intuibile.

Mentre i magistrati indagano, nel Pd ci si lava la bocca e si tenta di salvare il salvabile, inquadrando gli scandali nella formula ormai nota della “questione morale”. C’è questione morale nella sinistra italiana? No, semmai c’è corruzione, e se le indagini venissero confermate sarebbe una “questione immorale”. Mele marce.
Ci sono quindi due brevi considerazioni da fare:
1- è necessario non abbandonarsi alla dietrologia postberlusconiana del vittimismo giudiziario.
2- bisogna capire per quale motivo proprio adesso tutti i nodi sono (fortunatamente) venuti al pettine. Considerando che con le passate bravate Bevilacquesche di Vladimiro Crisafulli, il sentore che qualcosa non funzionasse a dovere c’era.
E Veltroni? Mi fa quasi tenerezza, con i suoi “sogni barackiani” insozzati del fango del denaro passato sottobanco. Ma è così. La creatura voluta e da Prodi e Veltroni è ormai logora, divorata dall’interno da una classe dirigente vecchia e stantìa, incapace di abbandonare il faccendierismo democristiano della Cosa politica. Un virus che ha contagiato ormai anche gli ex-comunisti, eredi morali di Pio La Torre. E per democristiano intendo l’accordo coatto, taciuto, rivelato semmai solo a cose fatte. Vagamente pidduista. Lo stesso accordo – per capirci – che condusse Moro alla morte. E questo è un modus corrutionis trasversale (dice bene Saviano!) che inevitabilmente trascinerà il nostro Paese nel gorgo.
Dulcis in fundo: chissà cosa ci riserverà l’ultima e più pericolosa bordata che prossimamente dovrà subire la nostra democrazia…la riforma della Giustizia.

EF

commenti
  1. […] Blog si chiede che fine abbia fatto il Partito […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...