Tutto è partito da  questo articolo . Ma è solo la punta dell’iceberg. Andiamo per gradi.

Ecco alcune voci di un programma politico-sociale che credo abbiate sentito ripetere un po’ tutti, in modi diversi, durante gli ultimi mesi. Smentitemi se non riconoscete nelle parole che seguono una qualche vaga somiglianza con quanto promesso (o in parte attuato) dal nostro Silvionazionale: “E’ necessario usare gli strumenti finanziari per l’immediata nascita di due movimenti (politici, ndr): l’uno, sulla sinistra e l’altro, sulla destra. Tali movimenti dovrebbero essere fondati da altrettanti clubs promotori, composti da uomini politici ed esponenti della società civile. […] Nei confronti della stampa (o meglio, dei giornalisti) l’impiego degli strumenti finanziari non può essere previsto nominatim […] ai giornalisti acquisiti dovrà essere affidato il compito di ‘simpatizzare’ per gli esponenti politici. In un secondo tempo occorrerà: 1) acquistare alcuni settimanali di battaglia 2) coordinare tutta la stampa provinciale e locale attraverso un’agenzia centralizzata 3) coordinare molte Tv via cavo con l’agenzia per la stampa locale 4) dissolvere la Rai-Tv in nome della libertà di antenna, ex-art.21 Costituz”. E’ necessario inoltre “impiantare la Tv via cavo a catena, in modo da controllare la pubblica opinione nel vivo del Paese. E’ infine opportuno acquisire uno e due periodici da contrapporre a Panorama, Espresso ed Europeo, sulla formula viva del Settimanale”. Mentre all’ultimo punto del programma, sotto la voce Stampa, si legge : “Abolire tutte  le provvidenze agevolative dirette a sanare i bilanci deficitari con onere del pubblico erario, e abolire il monopolio Rai-Tv“.
In relazione alla magistratura, invece, “è sufficiente elaborare un’intesa diretta a concreti aiuti materiali per poter contare su un prezioso strumento già operativo all’interno del corpo (la corrente Magistratura indipendente, ndr) anche ai fini di taluni rapidi aggiustamenti legislativi che riconducano la giustizia alla sua tradizionale funzione di elemento di equilibrio della società e non già di eversione. Qualora invece le circostanze permetessero di contare sull’ascesa al Governo di un uomo politico (o di una equipe) già in sintonia con lo spirito del club […] è chiaro che i tempi dei procedimenti riceverebbero una forte accelerazione […] Detti programmi possono essere resi esecutivi – occorrendo – con al normativa d’urgenza (decreti legge)“. E tra le modifiche giudicate più urgenti rientrano: “1) la responsabilità civile (per colpa) dei magistrati) 2) il divieto di nominare sulla stampa i magistrati comunque investiti di procedimenti giudiziari 3) la normativa per l’accesso in carriera (esami psico-attitudinali preliminari)“. Mentre per quanto riguarda il Consiglio Superiore della Magistratura (Csm), anch’esso va riformato, si legge nel programma: “deve essere responsabile verso il Parlamento (modifica costituzionale)”. A questi propositi si aggiunge una riforma del sistema giudiziario “per ristabilire criteri di selezione per merito delle promozioni dei magistrati, imporre limiti di età per le funzioni d’accusa, separare le carriere requirente e giudicante, ridurre a giudicante la funzione pretorile”. Inoltre si prevede di “sopprimere le province”*.

Avete appena letto alcuni punti del Programma di Rinascita democratica, stilato dai vertici di quella che era la loggia massonica Propaganda 2, altrimenti nota come P2. Il documento, redatto probabilmente nel 1976, venne ritrovato nella valigia di Maria Grazia Gelli, figlia del Venerabile Licio Gelli, a capo della P2. A guardarlo oggi, quel programma quasi lo si scambierebbe con quanto fatto o promesso dal Silvionazionale. A sostenerlo non è chi scrive ma lo stesso Gelli, che durante un’intervista a quotidiano L’Indipendente, nel febbraio del 1996, a proposito del Silvionazionale ebbe a dire: “Ha preso il nostro Piano di rinascita (democratica, ndr) e lo ha copiato quasi tutto”. Come smentirlo. Periodici, giornali, testate locali, guerra senza quartiere ai magistrati cosidetti “eversivi” e, dulcis in fundo, la frase relativa ai decreti legge pronunciata alcune settimane fa, secondo cui sarebbero necessari a governare in presenza di una maggioranza solida. Menomale che il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha ribadito altrettanto prontamente l’eccezionalità dello strumento del decreto legge.

E che dire poi del punto iniziale del prgramma? Se infatti nel nostro Paese il bipolarismo l’hanno creato di fatto gli italiani con il loro voto, quale politico nostrano invitava gli elettori a votare o per il Pdl o per il Pd, senza disperdere il loro voto nei partiti minori? Il Silvionazionale, sempre lui. E della proposta di far sostenere esami psico-attitudinali ai magistrati? Non ne avevate già sentito parlare tempo fa con la riforma Castelli?!? 

Per chiudere questa serie di “dietrologie comuniste” (perché così verranno bollate dagli italiani dormienti), vi suggerisco un curioso e veloce giochino: andate a recuperare gli elenchi degli appartenenti alla P2 e uno dopo l’altro spuntate quelli che sono attualmente in politica. Troverete interessanti sorprese.

Anticipo tutti i maliziosi e metto le mani avanti: la mia è solo dietrologia, perché la nostra democrazia è salda e in buone mani.

EF 

Fonti: atti della Commissione Parlamentare sulla P2

Intervista rilasciata nel 2006 a Roberta Calandra, Radio 24.

Video su Youtube:

commenti
  1. Neclord scrive:

    Complimenti, hai toccato a fondo il punto che da mesi cerco di evidenziare. C’è un percorso di menti consenzienti dietro a tutto quello che sta accadendo, e l’ignoranza della gente sta facendo da collante alle follie imperialistiche di questo programma per controllare il paese.

  2. Redazione scrive:

    …e la maggior parte degli italiani adesso lo considererà anche una star. D’altronde ha il volto anche da vecchierel canuto…pare pure simpatico.

    E.

  3. V3N0M scrive:

    si, ha indubbiamente più stile e raffinatezza del silvio.

  4. Redazione scrive:

    @V3n0m: in ogni cosa c’è un lato positivo…triste Italia dormiente!

  5. V3N0M scrive:

    non a caso in loggia il silvio era un manovale e il capo era lui. la p2 era una cosa seria mica come il parlamento..:-)

  6. sendigiovus scrive:

    Però Re Silvio (tessera P2 n° 1816) non ha tralasciato proprio nulla… infatti per il suo dinamico programma di modernizzazione ha ripescato anche il vecchio “Piano R” : Lo “Schema di massima per un risanamento generale del paese”. Un tantino più rozzo del citatissimo “Piano di Rinascita Nazionale”, ma sempre attuale:
    – revisione della Costituzione con la trasformazione dell’Italia in Repubblica presidenziale;
    – proclamazione dello stato di “armistizio sociale” per un periodo non inferiore a due anni;
    – La limitazione del diritto di sciopero,
    – Modifica della legge elettorale,
    – L’aumento dei poteri delle forze dell’ordine e l’impiego dell’esercito nelle operazioni di ordine pubblico,
    – la predisposizione di un piano di richiamo in servizio dei carabinieri ausiliari e di un piano di ripiegamento dell’arma territoriale con “raggruppamento in centri di raccolta opportunamente scelti in base a criteri operativi per fronteggiare eventuali esigenze di ordine pubblico e per evitare che le forze restino inoperose ed inutilizzabili…”,
    – la trasformazione dell’esercito da esercito di leva in esercito di volontari ed una serie di misure a favore delle forze armate e di rafforzamento del principio di autorità al loro interno,
    – la riduzione del numero dei quotidiani,
    – i provvedimenti in tema di “moralità pubblica”, di economia e di istruzione costituiscono infatti lo sviluppo, che si articola in ben conquantaquattro punti, delle premesse poste con il preambolo e con l’enunciazione dei provvedimenti urgenti necessari.

    Nihil sub sole novi

  7. Redazione scrive:

    Ottimocommento! Grazie!!!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...