Scontri di piazza Navona: l’infiltrato cossighiano

Pubblicato: ottobre 30, 2008 in Politica
Tag:, , , , , , , , , , , ,

C’era un uomo ieri che compare in tutte le scene degli scontri a piazza Navona. Jeans e felpetta blu, tiene in mano una spranga. Al termine del video lo si vede chiacchierare con un Carabiniere e con un poliziotto, come se niente fosse. Mentre i suoi compagni sono sdraiati o seduti per terra, sotto gli occhi vigili degli agenti. Lui no, chiacchiera con quelli che a questo punto sembrano “colleghi”. E poi c’è dell’altro: è sempre lui, il ragazzetto capelli corti felpetta blu e jeans che chiude la porta del cellulare quando tutti i compagni d’arme sono saliti a bordo. Volete vedere il video? Eccolo. Magari con i poliziotti stava solo chiarendo l’accaduto. Certo molti aspetti di tutta la vicenda risultano sospetti.

Vi consiglio, infine, di leggere la testimonianza scritta oggi da Curzio Maltese su La Repubblica. Ci sono frasi dette dai poliziotti che chiariscono il perché del loro immobilismo durante gli scontri.

EF

commenti
  1. siete_ridicoli scrive:

    se invece di andare in giro a fare casino stavate nelle vostre aule a studiare non vi sarebbe successo nulla.
    basta con questi comunistelli da 4 soldi che vogliono fare la rivoluzione, la storia vi ha condannato!

  2. Redazione scrive:

    Il fatto è che se andiamo avanti così, nemmeno le aule resteranno. E ricorda: ridicolo è chi chiude gli occhi e fa finta di non vedere.

    Emilio

  3. A quanto sembra Cossiga consiglia e qualcuno esegue… Ma dobbiamo ammettere che a Piazza Navona, purtroppo, si sono visti fascisti neri e fascisti rossi farsi la guerra tra loro. E poco importa che i fascisti rossi (per fortuna una minoranza all’interno degli studenti di sinistra!) si definiscano “antifascisti”: il desiderio di violenza, l’odio identitario e la voglia di “pulizia etnica” appartengono al fascismo, non all’antifascismo.
    http://noirpink.blogspot.com/2008/10/piazza-navona-fascisti-neri-contro.html

  4. Basta con la violenza scrive:

    No alla teoria delle opposte fazioni e dei due camioncini! Il quotidiano il Manifesto ha raccontato che uno dei due furgoncini in Piazza Navona era del Sindacato Cobas ed era autorizzato dalla questura a stare lí! L’altro…Quello degli estremisti di destra del Blocco Studentesco invece non era autorizzato e a differenza dell’altro era carico di spranghe in tricolore a cui i teppisti hanno attinto per brandirli contro il corteo! I provocatori fascisti del blocco avevano già nel mattino tentato di inquinare il movimento pacifico studentesco tentando di conquistare la testa del corteo con metodi almeno da ció che ho letto davvero poco civili in linea con l’ideologia fascista: botte e violenza. Sicchè i giovani hanno chiamato in soccorso i centri sociali visto che la Polizia latitava…Ed è giusto che li abbiano fronteggiati rinfrancando la loro repulsione a quella ideologia totalitaria che ha disastrato l’Italia. E poi dov’erano i poliziotti? Perchè sono intervenuti in ritardo, solo quando non erano i fascisti ad avere la meglio? Hanno malmenato bambinetti inermi, ben gli sta che le abbiano prese da quelli dei centri sociali: le spranghe non avrebbero dovuto brandirle (cos’era quella, se non voglia di menare le mani?), e hanno sbagliato a provocare il corteo pacifico gridando “Duce, Duce” nel mattino…Dopo di lí sono iniziate le tensioni! Quella è apologia del Fascismo e i giovani giustamente disgustati volevano isolarli! E poi il poliziotto che ha chiamato per nome il leader fascista del Blocco Studentesco (“Francesco, vai via!”), come ha mostrato sapientemente la trasmissione AnnoZero di Santoro è la dimostrazione che c’era familiarità tra le forze dell’ordine e questi violenti. Perchè invitarlo ad andarsene anzichè fermarlo e portarlo via col Cellulare come è stato fatto con gli altri? È quella la prassi? Tutto ció è avvenuto dopo l’inquietante intervista rilasciata al Quotidiano Nazionale da Cossiga dove invitava i poliziotti ad infiltrarsi nel Movimento e non avere pietà coi manifestanti dopo aver incentivato il teppismo e il vandalismo. Questi giochi sotto il tappeto sono vergognosi, un Paese democratico avrebbe già sospeso ogni responsabile dal proprio incarico. È evidente che qui in Italia tutto funziona al contrario, infatti siamo in un Paese culturalmente illiberale, autoritario e sottosviluppato, dove chi ha torto finisce per avere ragione, forte del consenso dei Media che fanno disinformazione e di una popolazione perlopiù ignorante o ingenuo.

  5. Redazione scrive:

    @Basta con la violenza: a rigor di ricorstruzione, Francesco non è stato lasciato andare ma è salito sul cellulare.Peccato che sia stato anche lui a chiuderne per ultimo la porta, cosa che di solito non è concessa agli arrestati.

    Emilio

  6. Basta con la violenza scrive:

    Onde evitare di essere frainteso preciso che nel mio dire “è giusto che li abbiano fronteggiati” non intendo dire che sia giusta la violenza, anzi: questa va sempre condannata. Ma la legittima difesa è contemplata e certamente non possono fare le vittime i fascistelli che erano lí ad attendere il corteo (con quelli dei centri sociali) con in mano le spranghe e fare minaccioso, poi tramutatosi in azione. I giovani neo-fascisti del Blocco Studentesco gridavano che non volevano andarsene dalle proteste, di risposta ai cori “Siamo tutti anti-fascisti”. Ma cosa avevano fatto nella mattinata per guadagnarsi l’estromissione dal movimento pacifico di protesta? Nel mio messaggio sopra riportato l’ho descritto sinteticamente: cori fascisti, botte, voglia di prevaricare. Allora prima di prendersela con i “comunisti” dovreste interrogarvi sui precedenti che hanno indotto all’intolleranza. Se si fossero comportati degnamente e fraternamente come gli altri nessuno avrebbe chiamato in soccorso i Centri Sociali. E se non avessero brandido quelle spranghe non ci sarebbero probabilmente stati tafferugli su cui oggi si disquisirebbe su chi ha più colpa di chi. La colpa sarebbe stata dei centri sociali punto. Ma loro avevano portato dietro un arsenale di spranghe, quindi di certo avevano messo in conto di voler generare un clima di scontri inopportuno…Anche perchè hanno spaccato la protesta regalando al Governo un motivo per stigmatizzare il dissenso, bollare il tutto come qualcosa di politicizzato e quindi di strumentale e minoritario…Un vero autogoal che ha favorito solo l’Esecutivo e danneggiato tutti gli studenti, di destra e di sinistra. Che invece di dividersi dovrebbero unirsi nelle loro ragioni. E per favore, non inneggiare all’ideologia fascista che speriamo sia archiviata definitavente…Molti secondo me non si rendono conto di cosa fosse il Fascismo, per questo ne hanno il culto…

  7. Basta con la violenza scrive:

    Caro Emilio, lo so che poi “Francesco” è stato caricato sul Cellulare: l’ho visto dai tg. Io ho scritto che costui è stato invitato da un agente celerino ad andarsene…Cosa che lui non ha fatto. Ció non toglie la gravità della situazione. Dov’è la sicurezza tanto decantata da questo Governo? Cosa ci faceva un camioncino non autorizzato lí? Perchè nella relazione governativa il sottosegretario agli Interni Nitto Palma non ha ammesso la disattenzione (?) di chi avrebbe dovuto garantire che tutto si svolgesse con sicurezza? E poi quella del Governo non è stata una relazione superpartes (come poteva esserlo?) ma nemmeno dubitativa…Era volta solo a delegittimare il corteo di protesta, affinchè venissero considerati dei “facinorosi”, come vorrebbe il Premier. Figuriamoci se gente responsabile della macelleria messicana del G8 di Genova possa ora indagare sui vari perchè e per come…Ma tanto i cittadini le risposte su questo Governo cominciano a darsele da soli. È gente onesta, seria, responsabile, democratica?

  8. Redazione scrive:

    Dov’e sia la sicurezza tanto decantata da questo governo me lo sto chiedendo da quando hanno tagliato i fondi alle forze dell’ordine, schierandomi quattro soldatini sotto casa.

    Emilio

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...