Chiaiano: scontri per la discarica

Pubblicato: settembre 28, 2008 in Politica
Tag:, , , , , ,
Scontri a Chiaiano

Scontri a Chiaiano

Guardate questa immagine. Che vi ricorda? Il G8 di Genova? Forse…e invece no. Siamo a Chiaiano. Dove dovrebbe essere attivata a breve la maxidiscarica voluta dal nostro Silvionazionale per risolvere l’emergenza rifiuti di Napoli. Che illusione. La vera emergenza, infatti, la Campania non ce l’ha a Napoli, dove la gente calpesta brecciolino e strade ben asfaltate. La crisi è nelle terre coltivate e nelle falde acquifere avvelenate che nessuno sa più come bonificare. L’emergenza non si risolve togliendo dalla strada i sacchetti di spazzatura. Nemmeno mandando l’esercito – che ormai tra Napoli e Caserta è di casa – si risolve bonificando le terre o, nei casi estremi, non utilizzandole più. E invece, un po’ ovunque, si continua a fare finta di nulla: si sopprimono le pecore avvelenate dalla diossina e non si bonificano i campi dove queste pascolavano e brucavano l’erba. Si sequestrano i siti ma poi tutto resta sulla carta perchè i terreni vengono nuovamente coltivati. Un’assurdità.

Non si illudesse il Governo, di risolvere l’emergenza campana con le discariche. Quella è solo una parte. Il resto è sottoterra. E per chiudere l’emergenza – quella vera, quella che non sempre si vede ma uccide – chissà, forse serviranno secoli.

EF

commenti
  1. Neclord scrive:

    Questa è la massima espressione di un governo di destra. Esercito, pugno duro, leggi razziali, leggi imposte ai cittadini, immunità parlamentare, ecc. Io penso che qualunque ragazzino che ha il suo bel sussidiario con la storia del fascismo non farà fatica a trovare molte analogie.

  2. Redazione scrive:

    Caro Nec, non sono d’accordo con te ma allo stesso tempo lo sono. Non lo sono in relazione alla tua affermazione “Questa è la massima espressione di un governo di destra” perché numerosi governi, di destra e sinistra, hanno nei decenni discriminato e usato il pugno duro con i cittadini. Ma sono d’accordo su un certo tipo di dittatura dolce e di spersonalizzazione di questo Paese che si cerca di imporre – e probabilmente ci si sta riuscendo – con metodi apparentemente pro-cittadini.

  3. Martina scrive:

    Tra l’altro, se i sacchetti di rifiuti fossero stati veramente asportati…ma nemmeno lo sono del tutto! Al centro di Napoli forse, per non rovinare le immagini delle strade ben asfaltate…ma vi assicuro che appena fuori dalla cittù la situazione non è cambiata, e che l’aria che si respira al mare come sul Vesuvio inizia ad essere percepibilmente avvelenata da chi continua a bruciare la spazzatura per togliersela di torno. Tutto questo non lo scrivo per discredito di una terra bellissima pur nelle sue mille contraddizioni, ma per denuncia del fatto che non solo non afforntano i problemi alla radice, ma non riescono nemmeno a mettere bene le toppe…

  4. Redazione scrive:

    cara Martina,
    che piacere risentirti!
    Il punto è proprio questro. Non è risolto nulla. Assolutamente nulla. Continuano i roghi e continua a depositarsi diossina sui campi coltivati. E tutto ciò è folle perché abbiamo un governo che parla, ammanta ogni suo gesto di trionfalismo ma poi – nel concreto – non risolve nulla. I campi restano sequestrati per modo di dire, la gente continua a morire come prima. Gli slogan governativi, se non uccidono, lasciano morire.

    Emilio

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...