La camorra non è una banda

Pubblicato: settembre 24, 2008 in Politica
Tag:, , , , , , , ,

Uno grida alla guerra civile, l’altro minimizza. E allora il primo alza il telefono, chiama il maestro e si lamenta. Questa è, in sintesi, la dinamica del battibbecco avvenuto ieri tra il ministro dell’Interno, Roberto Maroni, e il suo omologo alla Difesa, Ignazio La Russa. Motivo del contendere? La Camorra. Un argomento su cui, ammettiamolo, litigare con questi toni è quantomai assurdo.
E alla fine c’è finito in mezzo anche il nostro Silvionazionale. Che si sarà visto squillare il telefonino con un Maroni infuriato che chiedeva giustizia: “La Russa mi ha smentito!”. A margine di tutto questo c’erano le telecamere e tutto l’apparato mediatico davanti al quale la nostra politica trascolora quotidianamente. “Nessuno strappo con Maroni”, si affrettava a dichiarare La Russa. Ma intato il vetro si era rotto e la frase era stata detta. Eh già perché non è tanto il “litigio di maggioranza” a preoccupare, quanto gil estremi che sono stati toccati. Maroni: “siamo in presenza di una vera e propria guerra civile che la Camorra ha dichiarato allo Stato”. La Russa: “Non parlerei di guerra civile perché sembra quasi di dare una patente, non dico di legittimità ma di importanza extracriminale alla Camorra. Credo quindi che il vecchio termine di ‘guerra tra bande’ sia adatto anche a questa fase”.

E adesso ragioniamo. Se è vero che entrambi i ministri hanno esagerato è pur vero che tra le due dichiarazioni quella di La Russa appare la più grave ed inqueitante. Dopo decenni di guerra alle mafie, nel 2008 il ministro della Difesa avanza la proposta che tutto questo sia solo una “guerra tra bande”. Vengono quasi in mente i bambini che si tirano i gavettoni o i ragazzi della Via Pal. No, è molto di più ed è molto più grave. Non si tratta di una sfumatura lessicale, di un’arbitrarietà interpretativa ma di un vissuto quotidiano che sta affossando l’Italia. Che uccide. Che avvelena. Che corrode. La camorra non è una banda.

E rischia, infine, di diventare uno show, un qualcosa di falsato dalla televisione. Uno spettacolo.
Per carità, che il film Gomorra sia candidato agli Oscar è una cosa davvero interessante e positiva ma attenti a non spettacolarizzare dei criminali che non sono novelli Al Capone da maxischermo. Sono dei vigliacchi che sparacchiano contro innocenti seduti fuori da una lavanderia. La camorra non è una banda.

EF

Proponi su Oknotizie

commenti
  1. Neclord scrive:

    La camorra siede in parlamento. E’ questo ciò che tanti ancora continuano a far finta dii non capire o di non sapere. Il mezzogiorno è una regione a parte dove vengono “coltivati” i voti per i politicanti da strapazzo che entrano nelle amministrazioni regionali e nazionali. Io l’unica guerra che vedo è fra la casta e i cittadini, e se fanno ancora un paio di leggi vergogna io non smentisco nemmeno qualche fattaccio.

  2. Redazione scrive:

    Sai una cosa…non escludi qualche fattaccio? Io invece lo escluderei. Per il semplice fatto che ormai la gente non sa più protestare, si guarda solo il portafogli e nulla più. Dopo aver letto La Casta, ne ha accettato passivamente l’esistenza. E quelli della Casta lo sanno fin troppo bene.

    Emilio

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...