Sul decreto Sicurezza, votato oggi dal Senato della Repubblica

Pubblicato: giugno 24, 2008 in Politica
Tag:, , , , , , , , , , , ,

Leggi, leggine, militari nelle città, processi bloccati, appelli al papa perché modifchi la teologia: confessiamolo, a noi Mr.B. piace. Prodi, a paragone con il redivivo Mr.B., cos’era? Insomma, il confronto è impietoso. Il nostro Mr.B. attacca i magistrati, soffoca i reati minori – quelli che, per intenderci, sono più “a pelle”, danno fastidio alla gente comune – e poi chiude ogni possibilità di intercettare chi compie reati fiscali da miliardi. Come dire: rubi una mela, vai in galera, truffi per miliardi, ti facciamo anche i complimenti e chissà che non ti troviamo anche un bel posto in qualche Ente inutile italiano. E bravo Mr.B., che con una mano dà e con l’altra toglie: il decreto sicurezza, approvato oggi al Senato con 166 voti a favore, 123 contrari ed 1 astenuto, prevede infatti militari in città ma processi penali per pene inferiori a dieci anni (che siano in uno stato compreso tra la fissazione dell’udienza preliminare e la chiusura del dibattimento di primo grado) sospesi per un anno. Praticamente la stragrande maggioranza dei reati che i militari vorrebbero colpire. Sono però esclusi dal rinvio i processi in cui gli imputati sono detenuti (non è il caso di Mr.B.), quelli per terrorismo, contro minori, quelli riguardanti la criminalità organizzata e tutti quelli commessi in violazione delle norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro, le cosiddette morti bianche. Bravo Mr.B.

Se sulle truffe finanziarie non è prevista alcun giro di vite, si amplia invece il numero dei reati per i quali non è concessa la sospensione della pena: atti osceni, violenza sessuale (singola e di gruppo), furto, e tutti i delitti commessi in clandestinità (le pene sono anzi aggravate di un terzo) nonché la produzione, la detenzione e il traffico di sostanze stupefacenti. La nuova aggravante di clandestinita’ viene inoltre applicata sia agli immigrati extracomunitari che ai cittadini di Stati membri dell’Unione europea, irregolarmente entrati in Italia. Per gli incensurati, inoltre, non scatteranno automaticamente le attenuanti, attribuite adesso a discrezione del magistrato. Diviene poi un obbligo e non piu’ la facoltà per il pm, la richiesta del rito direttissimo o del giudizio immediato per tutti quei reati che prevedono riti speciali. Mr.B. e il suo amico David M., nel frattempo, sono salvi e numerosi processi sospesi: l’ANM parla di centomila.

Poco sopra parlavo di militari. Saranno circa tremila gli uomini delle Forze Armate che, secondo il decreto approvato oggi, per un periodo di massimo sei mesi e rinnovabile una sola volta, saranno a disposizione dei prefetti delle aree metropolitane o delle zone densamente popolate, per servizi di vigilanza a siti e obiettivi sensibili. Non si potenziano gli apparati di polizia e carabinieri, non si informatizza il sistema burocratico delle Forze dell’Ordine, non si fanno uscire i dipendenti dagli uffici ma si inviano i militari nelle città. Chi uccide un agente in servizio, inoltre, verrà direttamente condannato all’ergastolo.

Attenzione poi ad affittare una casa ad un calndestino. Per il semplice aver dato alloggio ad un immigrato senza permesso di soggiorno, si rischia il carcere da sei mesi a tre anni e la confisca dell’immobile da cui si trarrebbe un “ingiusto profitto”.

Finalmente si inaspriscono le pene per chi non si ferma a prestare soccorso dopo un incidente o guida in stato di ebbrezza: il decreto prevede il carcere da tre a dieci anni e confisca definitiva del veicolo, nonche’ ritiro della patente a chi guida sotto l’effetto di alcool o droghe e causa incidenti mortali o con feriti gravi.

Novità anche sul versante del 416-bis: aumentano di due anni le pene per l’associazione mafiosa, e l’articolo è esteso anche alle mafie straniere. Sono inoltre previsti la confisca dei patrimoni mafiosi in via definitiva e i mafiosi gia’ condannati non potranno piu’ avvalersi del gratuito patrocinio. Su questo provvedimento resta però il dubbio sollevato dal settimanale Left: la confisca dei beni è ancora vincolata ai provvedimenti personali nei confronti del mafioso oppure può viaggiare su un binario separato?

Tra luci e ombre, insomma, Mr.B. ha operato la stretta sul versante sicurezza e in mezzo ha infilato anche le sue beghe giudiziarie che, con la sicurezza, francamente hanno poco a che fare. Speriamo rinunci alla sospensione (il decreto prevede questa possibilità) ma se non lo farà, arriverà sicuramente in soccorso il lodo-Schifani, riveduto e corretto dal ministrombra Ghedini e controfirmato dall’autorevolissimo guardasigilli Alfano.

EF

PARTICOLARI:

Dichiarazione del senatore Felice Belisario (IdV) al termine della votazione in Senato: “In questa legislatura – dice – assistiamo e assisteremo ancora ad attacchi violentissimi nei confronti della magistratura: si sta realizzando il disegno piduista, cioè la magistratura asservita al potere esecutivo” (AGI)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...