Brevi – Cecenia e Russia: il gorgo dei diritti

Pubblicato: marzo 30, 2008 in Politica
Tag:,

I momenti di serenità in Cecenia sono talmente rari che il matrimonio di una giovane coppia coinvolge tutti. Ma anch così si può rischiare di morire. Si era infatti riunito ieri l’intero villaggio di Sari-Chu per assistere alla celebrazione del matrimonio di un loro concittadino, quando uno degli invitati ha tolto la sicura ad una bomba a mano e l’ha lanciata tra la folla: 12 feriti. 

In un Occidente che preferisce ignorare la questione cecena per non dover subire le ritorsioni energetiche della Russia, la notizia diviene solo una ‘breve’ da agenzia, quasi fosse una nota di colore messa lì per caso, nel caos delle autobombe irachene. A fronte del silenzio mediatico e politico sull’argomento, la situazione dei diritti umani resta invece critica in tutta la Russia. Paul Goble, direttore di ricerca dell’Accademia Diplomatica dell’Azerbaijan, pubblica sul suo blog un interessante articolo (in inglese) sul pericolo di una nuova stagione di gulag in Russia: “They do now again exist”, scrive e spiega che “durante l’epoca El’cin le condizioni di vita dei prigionieri erano migliori poiché si voleva prendere le distanze dall’epoca sovietica”. L’Uomo dell’Anno avrebbe poi imposto un drammatico ‘cambio di strategia’. Tutta colpa di Putin insomma? Non solo sua. L’errore, come scrive Carlo Gubitosa nel suo Dossier Cecenia, è antico e risale al referendum costituzionale del 1993, con il quale furono accentrati tutti i poteri nelle mani del presidente. Da qui la corruzione dilagante e un’economia che non sarebbe errato definire ‘personalistica’. In Russia “l’assenza di ordine e di controllo, la mancanza di legalita’ e il banditismo diffuso – scrive Gubitosa – hanno portato nel breve periodo dei benefici economici per una parte ristretta della popolazione legata ai traffici dei clan locali, ma nel lungo periodo questa “assenza di stato” e di giustizia ha inasprito le tensioni economiche e sociali”. Nel gorgo sono spariti anche i diritti umani e l’informazione, non l’energia. Con Medvedev qualcosa cambierà?

EF 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...