Myanmar: referendum ed elezioni

Pubblicato: febbraio 10, 2008 in Politica
Tag:, ,

A maggio il referendum costituzionale e nel 2010 le elezioni “multipartitiche e democratiche”, questa la promessa della Giunta militare birmana al termine dei lavori (durati 14 anni) per la redazione della Costituzione. Nyan Win, portavoce della Lega Nazionale per la Democrazia ha affermato che “E’ presto per dire se questo sia un successo o meno”. Il testo della Costituzione, alla cui scrittura le opposizioni non hanno potuto partecipare, resta infatti ancora ignoto.

Una prima anticipazione in merito alle elezioni viene da Asianews: non potrà candidarsi alla poltrona presidenziale chi è sposato con cittadino straniero, ed è proprio il caso della leader democratica Aung San Suu Kyi, sposata con l’inglese Micheal Aris, scomparso nove anni fa. 

Visti i precedenti, è lecito dubitare del futuro. I risultati delle ultime elezioni ‘multipartitiche’ (1990), infatti, non vennero riconosciuti dalla Giunta, uscita sconfitta dal voto (l’opposizione ottenne l’80% dei consensi) e vennero seguiti da una violenta repressione, arresti di parlamentari e uccisioni in carcere.

EF

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...