Il nodo libanese

Pubblicato: gennaio 10, 2008 in Politica
Tag:, ,
amr_moussa.jpg

Amr Moussa, segretario generale della Lega Araba, è giunto ieri pomeriggio a Beirut per una visita di quattro giorni, con l’intento di proporre un nuovo piano approvato lo scorso 5 gennaio e pensato per far uscire il Libano dalla crisi istituzionale che dura ormai dal 23 novembre 2007.

Durante la sua visita Moussa incontrerà il presidente del Parlamento Nabih Berri, il primo ministro Fouad Sinora e il principale candidato alla presidenza, Michel Suleiman.

La Lega Araba ha approvato un piano in tre punti: 1) elezione del capo di Stato; 2) la formazione di un governo di unità nazionale; 3) l’approvazione di una nuova legge elettorale. Gran parte del mondo politico libanese, Hezbollah compreso, si è dimostrato favorevole al piano ipotizzato dalla Lega.

Secondo la Costituzione libanese, il capo di Stato dev’essere un cristiano maronita e, se funzionario pubblico (Michel Suleiman è capo dell’esercito), non può essere eletto prima di due anni dalla fine del mandato.
Fin ora in Libano il voto è stato rimandato già undici volte, il prossimo sabato il parlamento voterà nuovamente, sperando di riuscire a raggiungere il quorum dei 2/3 dei voti.

EF

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...