Il dilemma del ‘Vaffa’.

Pubblicato: settembre 21, 2007 in Politica
Tag:,

L’on.Santanchè risponde ai manifestanti, 26.10.2005 

(Immagine pubblicata dal Corriere della Sera del 26.10.2005)

Beppe Grillo. Insomma, sto tentando di farmelo piacere per un unico motivo: dice (alcune) cose giuste, talmente giuste che non condividerle sarebbe come fare violenza alla propria consapevolezza politica. Eppure sento che se iniziassi a urlacciare ‘Vaffanculo!’, mi sentirei privato di me stesso e di quella stessa consapevolezza politica che ancora sento di avere e che mi dà valore. Ho un mio pensiero che se venisse ridotto ad un Vaffanculo, per quanto sonoro possa essere, si sentirebbe ingiustamente incarcerato e limitato. L’insulto equivale all’incapacità di espressione e manca di argomenti. Un Vaffanculo è un’unica parola, mentre io, mio malgrado, ne avrei davvero molte da dire alla nostra classe politica…altro che un innocuo vaffa…. Pensieri, Parole, non insulti.

EF

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...