Father of all bombs

Pubblicato: settembre 13, 2007 in Senza categoria
Tag:

La Russia ha sperimentato quella che è stata da molti definita come la bomba ‘non-nucleare’ più potente mai costruita. Composto da un mix di gas (idrocarburi che a contatto con l’aria si ossidano e si infiammano), l’ordigno ha un effetto molto simile all’atomica, generando temperature talmente elevate da far evaporare qualsiasi forma di vita. Uno degli effetti maggiormente distruttivi della bomba è la formazione del ‘vacuum’, come viene definito dagli americani: l’esplosione assorbe l’aria creando il vuoto. A differenza degli ordigni nucleari, questo non contamina il terreno circostante. “I maggiori danni vengono provocati da un muro ultrasonico successivo all’esplosione e dall’altissima temperatura generata” ha dichiarato il responsabile della Difesa. Eppure basta guardare gli effetti di questa ennesima macchina di morte per comprendere che non servono molte parole a descriverla: il paesaggio successivo all’esplosione è lunare. (Guarda il video qui)

Le bombe non conoscono bandiera, esplodono e basta. Nel 1999 le autorità russe vennero accusate dagli USA di aver usato il ‘vacuum’ durante la guerra cecena per stanare i guerriglieri, ma è altrettanto vero che gli americani usarono l’enorme potenziale delle bombe termobariche, (dal funzionamento molto simile), per combattere i talebani sulle montagne afghane.

EF

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...