Giappione: elezioni – governo in crisi.

Pubblicato: luglio 29, 2007 in Politica
Tag:,

TOKYO – Pesante bocciatura per il premier giapponese Shinzo Abe al suo primo appuntamento con l’elettorato. La televisione pubblica giapponese Nhk ha confermato che l’alleanza conservatrice di governo ha perso la maggioranza al Senato. Secondo le proiezioni dell’emittente, considerate fra le più attendibili, per la prima volta dal 1998 il Partito liberaldemocratico del premier Shinzo Abe, intenzionato comunque a restare al potere, e gli alleati della formazione di ispirazione buddhista Komeito non avranno più il controllo della «Camera alta». Altre emittenti non hanno escluso che le elezioni odierne per il rinnovo dei 242 seggi del Senato si trasformino in una totale disfatta per i liberaldemocratici, direttamente superati per la prima volta in assoluto dal Partito democratico di Ichiro Ozawa, la maggiore forza di opposizione.

«SCHIACCIANTE SCONFITTA» – Anche l’agenzia Kyodo ha prospettato per la coalizione di governo una «schiacciante sconfitta»: in base alle sue proiezioni i liberaldemocratici otterranno meno di 44 seggi. Il primo a riconoscere la sconfitta in dichiarazioni televisive è stato il segretario generale del partito di governo, Shoichi Nakagawa, il quale ha confermato di volersi dimettere per assumere la responsabilità della preannunciata sconfitta elettorale. «Non esistono dubbi sulla mia responsabilità» ha dichiarato in televisione l’esponente ultraconservatore.

«AVANTI» NONOSTANTE L’INSUCCESSO – Abe, al contrario, nelle prime dichiarazioni alla stampa dopo la chiusura delle urne, ha espresso l’intento di «continuar a portare avanti» la sua politica, pura ammettendo «la responsabilità» della sconfitta. Come già negli ultimi giorni della campagna elettorale il premier si è presentato nelle vesti di riformista, parlando in proposito della riorganizzazione della Pubblica Istruzione con una disciplina più severa e della revisione delle clausole pacifiste della Costituzione di 60 anni fa.

SCARSA AFFLUENZA – Una scarsa affluenza alle urne (pari al 39,9%, in calo di 0,5 punti percentuali rispetto al giugno 2004) ha marcato la giornata elettorale in Giappone dove circa 100 milioni di elettori erano chiamati a votare per il rinnovo della metà dei 242 seggi del Senato. La consultazione, la prima da quando il primo ministro Shinzo Abe è entrato in carica lo scorso settembre, è stata definita un test elettorale per il suo partito liberaldemocratico (Ldp).

Fonte: CORRIERE.IT

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...