Filippine: timori dei vescovi per la nuova legge antiterrorismo.

Pubblicato: luglio 29, 2007 in Senza categoria
Tag:,

Dopo il rapimento e la successiva scarcerazione di padre Bossi, non si spengono i riflettori su Manila. Il presidente dei vescovi filippini, infatti, è tornato a parlare contro la legge antiterrorismo entrata in vigore il 15 luglio scorso: “la definizione di attività terroristica è troppo ampia e permette al governo di farvi rientrare ogni cosa”. Alla preoccupazione dei vescovi fanno eco anche le dichiarazioni delle ong, che temono abusi da parte delle forze dell’ordine e dell’esercito e la limitazione conseguente dei diritti umani e civili della popolazione. La nuova legge consente infatti all’esercito di decidere blitz contro eventuali gruppi terroristici senza nessuna autorizzazione da parte delle autorità e permette alla polizia di tenere in carcere, senza dover avvisare alcun avvocato e per un massimo di tre giorni, chiunque sia sospettato di collusioni con gruppi terroristici.

EF

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...