Pratibha Patil: nuove prospettive per l’India

Pubblicato: luglio 27, 2007 in Senza categoria
Tag:, , ,

pratibha-patil.jpg

A guardarla, Pratibha Patil, non sembra davvero una presidente nazionale. Sguardo mite, 72 anni di età, è ben lontana dai formalismi di un capo di Stato, eppure, dal 19 luglio scorso, è proprio lei la nuova presidente della democrazia più popolosa del mondo, l’India.

Fedele al partito di Sonia Ghandi, attualmente maggioranza nel paese, ha scavalcato la candidatura del presidente uscente A.P.J.Kalam, noto per la sua popolarità tra i cittadini ma evidentemente meno gradito al collegio elettorale, ed ha vinto le elezioni.
I risultati parlano chiaro: Pratibha Patil, candidata dell’United Progressive Alliance Government Congress Party e dei suoi alleati ha ottenuto quasi i due terzi dei voti, sconfiggendo l’attuale vicepresidente Bhairon Singh Shekhawat sostenuto dal Partito Bharatiya Janata. Accusata durante la campagna elettorale dall’opposizione di nascondere molti ‘scheletri nell’armadio’, Pratibha Patil è nota però per le opere di bene che ha sostenuto quando, per 5 mandati consecutivi, è stata legislatrice del suo stato d’origine, il Maharashtra e successivamente, per tre anni, del Rajasthan. 

La candidatura di Pratibha Patil era venuta il 14 giugno, dopo due giorni di discussioni e veti incrociati.  Dalla nuova presidente ci si aspetta una concreta azione diretta ad eliminare le diseguaglianze sociali, come aveva sottolineato anche il cardinal Telesphore Toppo nel periodo prelettorale: “E’ triste che in alcune zone rurali le donne siano ancora trattate come persone inferiori, ma la possibilità che una donna diventi presidente della più popolosa democrazia del mondo darà grande aiuto a tutte le donne del Paese. Indira Gandhi è stata la prima donna primo ministro e ora l’India è pronta ad avere il suo primo presidente donna”.

Il sostegno della Chiesa cattolica ha le sue motivazioni. Contraria alla legge anticonversione (che puniva l’attività di conversione degli indù al cristianesimo o a un’altra fede), la Patil è considerata dal clero cattolico un presidente in grado di realizzare un riformismo moderno nella direzione di una concreta libertà di culto e di sostegno alle classi meno agiate. “La Chiesa indiana – ha detto ad AsiaNews il cardinal Toppo – dà di cuore il benvenuto al nuovo presidente Pratibha Patil. La comprendiamo nelle nostre preghiere con l’augurio che svolga il suo ufficio sempre con attenzione alla visione dei Padri fondatori della Nazione”.

EF

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...