Il Camerun al voto

Pubblicato: luglio 21, 2007 in Politica
Tag:, ,

Cinque milioni di aventi diritto al voto, su una popolazione di circa 16 milioni di abitanti, sono chiamati a votare domenica 22 luglio per le elezioni legislative e municipali in Camerun, già duramente contestate dall’opposizione che ha attribuito la responsabilità di frodi e irregolarità segnalate in campagna elettorale al presidente Paul Biya, da 25 anni al potere, e al partito di governo ‘Rassemblement démocratique du peuple camerounais’ (Rdpc). Gli elettori dovranno scegliere 180 membri del parlamento e 359 consiglieri municipali; attualmente l’assemblea parlamentare è dominata dal Rdpc con 149 seggi, mentre il principale partito di opposizione, il ‘Fronte democratico sociale’ (Sdf) guidato da John Fru Ndi, ne occupa 22. Diversi osservatori ritengono che anche questa volta il partito al governo verrà riconfermato, ma resta da vedere se riuscirà a ottenere i 2/3 della maggioranza parlamentare, conquista cruciale per i piani di Paul Biya – primo ministro dal 1975 e presidente dal 1982 – che avrebbe intenzione di rimettere mano alla Costituzione con un emendamento in grado di consentirgli di prolungare il mandato presidenziale nel 2011. John Fru Ndi, soltanto secondo alle presidenziali del 2004, ha denunciato negli ultimi mesi varie irregolarità, tra cui cittadini con schede elettorali ‘multiple’ e bambini iscritti nelle liste elettorali. Di recente, inoltre, la Conferenza episcopale del Camerun (Cnec) ha criticato l’incredibile offerta di un ‘premio’, circa 152 euro, proposta dal presidente del parlamento al seggio elettorale in cui il partito al potere otterrà il 100% dei consensi. Più in generale il governo è accusato da tempo di corruzione e di non distribuire in modo equo i proventi delle risorse petrolifere petrolio del paese. Biya negli ultimi anni ha avviato grandiosi interventi infrastrutturali nella capitale Yaoundé e nel grande centro economico di Douala che dovrebbero garantirgli l’appoggio di una parte dell’elettorato, anche se, solo per fare un esempio, su circa 50.000 chilometri di strade, in tutto il paese soltanto 5000 sono asfaltate.

Fonte: MISNA

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...