Giornalisti e operatori dei media uccisi nel 2007

Pubblicato: giugno 27, 2007 in Politica
Tag:,

  camera-blood.jpg

Ad oggi il primo posto lo detiene l’Iraq, dove nel solo 2007, ne sono morti 33. Al secondo posto c’è la Somalia, con 4. Al terzo, a pari merito con 2, Afghanistan, Brasile, Haiti, Messico, Pakistan e lo Stato Palestinese. Tutti accomunati da un unico primato: sulla loro terra sono stati uccisi giornalisti o cineoperatori, i ‘servitori’ dell’informazione. Servitori, esatto, perché per fare un lavoro simile in posti tali, il giornalismo bisogna averlo nel sangue. Dare la vita per dire o scrivere la verità dei fatti è un gesto di solidarietà verso il mondo oltre che di rispetto verso la propria vita. Il sito Information Safety and Freedom aggiorna dal 2003 il triste elenco, dando anche un minimo di giustizia (nel ricordo) a coloro che sono morti mentre facevano il proprio lavoro di giornalisti.

EF

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...