Politica: Status italiano

Pubblicato: giugno 6, 2007 in Politica
Tag:, , , , , , , , ,

 visco.jpg

La nostra è un’italia con la lettera minuscola. In questo disastro generalizzato, cui si aggiunge una politica che si ferma per chiedersi se Visco debba o non debba andar via per aver esercitato pressioni su Speciale, spunta una dichiarazione folleggiante di Berlusconi che invita allo Sciopero Fiscale. Roba da matti. I punti dell’assurdità sono due:

1- E’ folle che un politico inviti a non pagare le tasse.

Per quanto elevate siano, la categoria che le tasse sono necessarie alla sopravvivenza dello Stato sta sparendo dalle nostre menti. Dopo 5 anni di governo Berlusconi si è insinuato nei cittadini il tarlo che pagare le tasse equivalga a subire una tremenda ingiustizia. Sciopero Fiscale!, si urla davanti alle televisioni (salvo poi praticare il ben noto sport di affermare che sia tutta ‘un’ironia’ o una falsità (Il video di Berlusconi che parla di Sciopero Fiscale, lo trovate qui). Ebbene vorrei sottolineare che l’ingiustizia può essere nel volume delle tasse da pagare, non nell’atto del pagamento. Il cittadino, se vuole servizi, è tenuto a pagare le tasse. Lo stato dà al cittadino se questi lo aiuta e lo sostiene, altrimenti (è evidente) non ci sarebbero le risorse necessarie per la vita del Paese. Ma da molti anni a questa parte è stata insinuata la logica dei cosìddetti ‘furbetti’ (categoria ormai salita agli onori delle prime pagine), dei condoni, dell’ingiustizia fiscale. La politica avrà enormi difetti e probabilmente bisognerebbe rinnovarla totalmente senza lasciarsi abbindolare da semplici cambi del nome di un partito, ma che si parli di Sciopero Fiscale (e che a farlo sia il capo dell’opposizione), è paradossale. Ormai siamo un’Italia televisiva, da ‘frase a effetto’, come se si stesse tutti in una grande televendita, dove non contano i fatti ma gli slogan.

2- Tutti fanno un gran parlare della vicenda Speciale, di Visco che avrebbe esercitato pressioni per mandare a casa alcuni finanzieri…ma qualcuno si è reso conto per caso che il punto della questione non è questo? Tutti parlano delle pressioni indebite fatte da Visco, ma ci si è accorti di cosa è all’origine di tutto questo? Visco ha tentato di rimuovere ufficiali che indagavano sul caso UNIPOL. Di questo ormai nessuno più ne parla, tutti sono (apparentemente) concentrati sulle ‘indebite pressioni per trasferire gli ufficiali’, benissimo, ma c’è qualcosa, alla radice, di ben più grave di una ‘raccomandazione storta’.

Nei telegiornali, fin’ora, pochi ne hanno fatto parola.

EF

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...